Tranquilli, ma non troppo: è lo stato d’animo degli inquilini delle case popolari “Ex-Armellini” di Ostia dopo il consiglio straordinario che si è tenuto nel Decimo Municipio. Come già anticipato nella giornata di ieri, il Campidoglio è intenzionato ad acquisire gli immobili, ma non è chiaro a chi spetteranno gli oneri per la ristrutturazione e – soprattutto – al momento non sono previste tutele per gli occupanti senza titolo. Nell’aula “Massimo di Somma”, la maggioranza pentastellata ha bocciato il documento presentato dalle opposizioni e ne ha riproposto uno identico ma senza garanzie per le 380 famiglie che a febbraio rischiano lo sgombero, dichiarando un generico “sostegno ai nuclei in stato di fragilità sociale”.