Alle rassicurazioni non sono seguiti I fatti, dunque a pochi giorni dal paventato sgombero di massa e’ giunto il momento dei gesti eclatanti e della ribellione civile per gli inquilini delle case ex-Amellini di Ostia, vittime di un contenzioso tra la proprietà e il Comune di Roma. Ieri pomeriggio un nutrito gruppo di residenti ha bloccato la circolazione in Via Domenico Baffigo, all’ingresso del quartiere. Questa mattina in tanti sono tornati a manifestare sotto la sede del Decimo Municipio e l’aula e’ stata simbolicamente occupata in segno di protesta. “Siamo a fine gennaio – ha commentato la consigliera d’opposizione Mariacristina Masi – e ancora l’amministrazione non e’ riuscita a fornire risposte adeguate agli abitanti che temono di essere sgomberati”.