Dopo la notizia dello stanziamento governativo di 400mila euro per la difesa delle spiagge di Ostia, anche il Decimo Municipio si muove per la salvaguardia della costa. In aula consiliare, infatti, è stata approvata una risoluzione con cui si chiede di inserire nelle prossime ordinanze balneari il divieto di utilizzo dei sacchi di plastica riempiti di sabbia o di qualsiasi altro materiale che possa degradare con effetti critici sulla fauna marina. “L’iniziativa – ha commentato il presidente della commissione territorio e sicurezza Francesco Vitolo – nasce per contrastare gli sbarramenti anti-erosione temporanei. Secondo le segnalazioni ricevute dagli osservatori ambientali, risulterebbe che alcuni residui possano rappresentare un pericolo, perchè in grado di liberare in mare filamenti e piccoli frammenti plastici per l’effetto combinato di raggi ultravioletti, vento, alte temperature e azione meccanica delle onde.