Tre funzionari del Decimo Municipio e due imprenditori dovranno rispondere delle accuse di abuso d’ufficio, frode nelle pubbliche forniture e falso in atto pubblico. Nel mirino la vicenda della bonifica della scuola dell’infanzia “Do re mi diverto” di Ostia, dismessa per anni e poi bruciata in un rogo nel settembre 2012. Al centro dell’inchiesta del pm Mario Palazzi, ci sarebbero l’ingegnere Paolo Cafaggi, per molto tempo direttore dell’ufficio ambiente del Decimo Municipio, e Maurizio Martella della ditta Edil Flavia, alla quale nel 2014 sarebbero stati assegnati appalti senza gara per quasi un milione di euro. I due si sarebbero accordati per far partire in breve tempo i cantieri, con la scusa dell’amianto presente nell’edificio e poi avrebbero gonfiato le spese, riportando voci relative a lavori mai eseguiti e all’impiego di materiali mai utilizzati. Altri due funzionari, inoltre, sono stati rinviati a giudizio per aver ritoccato le date di consegna per la messa in sicurezza della scuola, cercando di favorire in questo caso un’altra ditta.