Si profila l’ipotesi dell’affitto con riscatto in merito alle case ex-Armellini di Ostia, per le quali il Tar del Lazio ha chiesto lo sgombero entro febbraio. Durante la commissione trasparenza che si è tenuta in Campidoglio, il direttore del dipartimento politiche abitative Aldo Barletta ha fatto sapere che il comune si appresta ad acquistare le palazzine attraverso la formula del “Rent to Buy”, utilizzando i fondi ricavati dalla vendita degli alloggi di edilizia residenziale pubblica. La trattativa è in corso, dunque gli inquilini regolari non correrebbero rischi e probabilmente saranno trasferiti solo per il tempo necessario ad eseguire I lavori di ristrutturazione. Discorso diverso per le 380 famiglie occupanti senza titolo, per le quali al momento non è prevista alcuna tutela.