Ad Ostia cancelli chiusi nonostante l’ordinanza balneare invernale della sindaca Raggi che impone l’apertura ventiquattro ore su ventiquattro, sette giorni su sette. L’altro giorno, in seguito alla protesta del “Comitato MareXTutti”, la polizia locale ha multato lo stabilimento Battistini con un’ammenda di 1.000 euro. La battaglia per il libero accesso alle spiagge non riguarda soltanto i concessionari nei pressi del pontile. I controlli, secondo il consigliere del decimo municipio Athos De Luca, devono essere estesi anche agli oltre settanta stabilimenti sul lungomare della città. Sinistra italiana e’ intervenuta sulla questione ringraziando i vigili urbani per la tempestiva operazione e denunciando lo stato di illegalita’: “ Si tratta di una condizione generalizzata di mancato rispetto della legge, una situazione che segnaliamo da tempo e che vede l’Amministrazione in carica particolarmente inerte e inefficace. I beni pubblici – ha concluso – non possono essere privatizzati e utilizzati in modo esclusivo e predatorio, danneggiando i cittadini e aprendo di fatto pericolosissimi precedenti.”