Mentre le ruspe stanno ultimando la demolizione dell’ex “Faber Beach” sul lungomare Paolo Toscanelli ad Ostia, “La Spiaggetta” è ancora un ritrovo di sbandati e senzatetto. Ad aprile scorso gli operai di una ditta incaricata dall’amministrazione del Decimo Municipio hanno iniziato l’abbattimento del chiosco, considerato abusivo nonostante venne realizzato su autorizzazione del Comune di Roma. L’operazione però è stata sospesa per mancanza di fondi e la strattura è diventata un alloggio di fortuna. A settembre, infatti, dopo una serie di segnalazioni, la polizia locale effettuò un sopralluogo che ha portato al sequestro di 17 sdraio, chiuse all’interno di due locali e allo sgombero di un’abitazione con tanto di mobili, frigorifero e un letto. Ad oggi la situazione è tornata ad essere la stessa: quattro persone vivono nel chiosco abbandonato e la spiaggia è diventata una vera e propria discarica. I cestini per la raccolta dei rifiuti sono stracolmi e ad ogni folata di vento l’immondizia viene sparsa sulla sabbia.