Duro colpo da parte degli agenti della Polizia di Stato alle principali piazze di spaccio romane. La squadra mobile ha infatti arrestato i fornitori di droga e disarticolato il mercato che si muoveva attorno ad Acilia e l’Infernetto, ma anche alle zone di Torpignattara, Marranella, La Rustica, Tiburtino e Fonte Nuova. Ventuno le persone finite nel mirino dei poliziotti. Tra questi, Egidio Longo, detto “Gino Crodino”, un pregiudicato campano, collegato agli ambienti della camorra napoletana, che riforniva di cocaina l’intero litorale laziale; Acilia e Infernetto compresi. L’indagine è nata dopo un ingente sequestro di droga, eseguito nel marzo 2017, che ha fatto emergere la figura di Davide Barberis, un personal trainer legato alla criminalità albanese. E proprio monitorando Barberis, gli agenti sono riusciti ad arrivare a Longo, il quale tuttavia aveva un modus operandi nettamente diverso da quello dei suoi “compari”. Il malvivente, infatti, non si è mai servito di corrieri, ma agiva più che altro come “cane sciolto”, provvedendo lui stesso al rifornimento e alle consegne a domicilio.