Il viadotto dell’Aeroporto di Fiumicino è da abbattere e ricostruire almeno per un tratto di 400 metri.
Un intervento, ora allo studio della Regione, che nel frattempo sta lavorando insieme al Comune di Fiumicino, ad una viabilità alternativa per non interrompere i collegamenti tra Ostia, Fiumicino e il Leonardo da Vinci. Per il momento, la Regione non ha dato i tempi per la realizzazione del nuovo viadotto: il calcolo preciso sarà possibile soltanto una volta realizzato il progetto.

Le dichiarazioni del Sindaco di Fiumicino sul viadotto dell’aeroporto

 “Siamo in stato di allerta: dopo verifiche Astral sono emerse fragilità su un tratto di 650 metri dalla rampa di accesso fino a via Montgolfier, dove c’è la rampa che sale dalla via Portuense. Probabilmente questo tratto, per una lunga assenza di manutenzione – ha spiegato – dovrà essere demolito e ricostruito. Non ha problemi invece il tratto fino a Fiumicino sud che scavalca il Tevere, rifatto da Anas negli anni 90. Stiamo già pensando alla viabilità locale urgente ed alternativa, come l’apertura,in via di eccezionalità, dell’intero Corridoio della mobilità C5 della città metropolitana e la realizzazione di due rotonde, sulla via Portuense e vicino via Montgolfier, che dovrà essere pronta entro 45 giorni e prima che il viadotto venga chiuso”.

Esterino Montino, Sindaco di Fiumicino

Viadotto dell’aeroporto di Fiumicino: demolizione e ricostruzione

Il viadotto dell’aeroporto di Fiumicino costruito negli anni ’60 e lungo circa 1 chilometro, versa in un grave stato di degrado a causa della totale mancanza di manutenzione, sono presenti criticità su tutta la struttura. I tempi per la realizzazione del progetto e delle relative opere di demolizione e ricostruzione del viadotto di Fiumicino non sono certi.

Conseguenze sulla viabilità locale di Fiumicino

Al momento, il Viadotto dell’Aeroporto non verrà chiuso ma alleggerito, limitando la circolazione ad una sola corsia per ogni senso di marcia come è già avvenuto negli ultimi giorni.
Così i tecnici dell’Astral lavoreranno sulla viabilità alternativa e sul nuovo progetto da realizzare.”Abbiamo calcolato in 45 giorni i tempi necessari per le opere di viabilità alternativa – ha illustrato l’Assessore ai Lavori Pubblici della Regione Mauro Alessandri – In questi 45 giorni si metteranno anche in campo le soluzioni progettuali che porteranno al superamento del tratto deteriorato. Si potrà così procedere alla demolizione e alla ricostruzione del viadotto”.

Preoccupazione per le attività commerciali di Isola Sacra che rischiano di venire isolate a causa dell’interruzione della circolazione sul viadotto dell’aeroporto, sono infatti allo studio le soluzioni atte a garantire la circolazione dei mezzi pesanti.