Morandi. un nome che fino a poche ore fa non diceva nulla ai romani, se non agli esperti di architettura e ingegneria. Dopo il tragico crollo del ponte sulla A10 – a Genova – qualcosa però è cambiato. Quello che per tutti è sempre stato il “viadotto della Magliana” dalla vigilia di ferragosto e’ diventato il ”viadotto Morandi”. La struttura che collega l’Eur con la “Roma – Fiumicino” è infatti stata costruita dallo stesso ingegnere che ha pensato, progettato e costruito il collegamento aereo sopra il capoluogo ligure. Nonostante qualche allarmismo di troppo dettato forse dall’imminenza degli eventi, non ci sarebbero rischi. Proprio prima dell’estate un sopralluogo congiunto dei tecnici comunali con i vigili del fuoco e la prefettura aveva decretato l’assenza di criticità o per tutto l complesso.