Non si fermano le polemiche sulla vicenda del murale censurato alla stazione Lido Nord di Ostia. La presidente Giuliana Di Pillo ha spiegato che la competenza non è più del Decimo Municipio poichè, essendo finito il progetto, non c’è più il patrocinio. “A questo punto – ha commentato l’associazione Antimafia Noi – ci rivolgiamo a tutti i destinatari della petizione firmata da 36mila persone per chiedere con fermezza il ripristino dei volti rimossi. Ribadiamo con forza che il viso di Federica Angeli è stato ritenuto divisivo in una zona che dovrebbbe, al contrario, essere unita sul tema della lotta alla criminalità”.