Si sono concluse le indagini della Procura di Roma a seguito dell’esposto presentato dall’associazione Minerva Pelti Onlus in merito all’altissima incidenza di leucemie infantili riscontrato nel territorio di Ostia, superiore addirittura del 30% rispetto alla media nazionale. Il Pubblico Ministero si e’ avvalso della consulenza del dipartimento di epidemiologia del servizio sanitario del lazio che ha svolto accertamenti specifici nel decimo municipio. Il magistrato conferma che gli ulteriori approfondimenti di indagine hanno evidenziato la presenza di possibili aggregati di casi di leucemia nell’area di Ostia e specifica che solo attraverso una puntuale analisi della storia individuale di ogni bambino ammalato potrebbero essere acquisiti dati per affrondire lo studio epidemiologico. Tuttavia, il PM conclude che tale analisi risulta incompatibile con i tempi e le finalita’ del processo penale, dunque richiede l’archiviazione del procedimento verso ignoti. E fortunatamente – commentano da ‘Minerva Pelti’ – le regole della burocrazia non consentono ad un giudice di proseguire le indagini in mancanza di presunti colpevoli o specifiche cause. Pur non condividendo la proposta di archiviazione, l’associazione comunque ritiene che in ogni caso sia stato fatto un primo importante passo in avanti per il riconoscimento del drammatico fenomeno, affrontato insieme alle famiglie nel documentario sotto la sabbia  l’ordito minimo della realta’, presente anche su youtube.