147 migranti partiti da Misurata, in Libia, sono arrivati all’Aeroporto di Pratica di Mare. Ad accoglierli il sottosegretario all’Interno Stefano Candiani. I richiedenti asilo sono giunti in Italia grazie al corridoio umanitario attivato per l’aggravarsi della guerra civile. I primi a toccare il suolo italiano sono stati una famiglia composta da padre, madre ed un neonato. Secondo fonti del Ministero dell’Interno, dei 147 rifugiati, 69 sono originari dell’Eritrea, 61 della Somalia, 6 del Sudan, 5 della Siria e 5 dell’Etiopia. Il gruppo è composto da 87 uomini e 60 donne. Tra questi vi sono 68 minori, di cui 46 non accompagnati, 12 adulti (10 donne e 2 uomini), 23 coppie, 16 tra nuclei familiari e monoparentali. Si tratta di persone ospitate nei centri libici e provenienti da aree di conflitto, tutti vulnerabili per i quali l’Unhcr ha infatti individuato situazioni di particolare fragilità; sono potenziali titolari richiedenti asilo pertanto presenteranno richiesta di protezione internazionale successivamente all’accoglienza nel nostro territorio.