Mare “fortemente inquinato” ad Ardea, Torvaianica, Fregene e Cerveteri. Sono pessimi i risultati dello studio effettuato dai tecnici di Goletta Verde, la campagna di Legambiente dedicata al monitoraggio e all’informazione sullo stato di salute delle coste italiane. Le situazioni peggiori sono state registrate al Fosso Zambra di Marina di Cerveteri, alla foce dell’Arrone a Fregene; nei pressi del canale Crocetta, a Torvaianica, e ad Ardea, sia lungo la foce del Rio Torto, che vicino la foce del Fosso Grande. Le analisi si sono concentrate sui punti considerati “a maggior rischio”, come torrenti e scarichi. Si intende per “fortemente inquinato” il mare in cui i limiti previsti dalla legge, rispetto alla concentrazione di batteri intestinali, vengono superati piu’ del doppio. Accettabili, invece, i campionamenti effettuati a Santa Severa, sulla spiaggia del lungomare Pyrgi; a Ladispoli, alla foce del Rio Vaccina; nel canale a nord di Isola Sacra e ad Ostia, nei pressi del canale dei pescatori. Dati che hanno sollevato molte polemiche, soprattutto a Fiumicino. “E’ un paradosso che la costa non sia balneabile – dichiara la vicepresidente del consiglio comunale, Federica Poggio – non abbiamo alcun fondo di compensazione per poter quantomeno trovare soluzioni che tamponino questa immondizia che finisce nel nostro mare”.