Si incontreranno entro il 12 novembre il sindaco di Ladispoli e gli studenti che, la scorsa settimana, lo avevano preso di mira sui social all’annuncio della riapertura delle scuole dopo l’ondata di maltempo. Il primo cittadino era stato chiaro: o i ragazzi chiedono scusa di persona e si mettono a disposizione per svolgere lavori socialmente utili; oppure scatterà la denuncia. E’ piuttosto evidente che I giovani hanno preferito la prima opzione e ora, accompagnati da mamma e papà, si recheranno a Piazza Falcone a capo chino per mettersi a disposizione della comunità. Il fatto è ormai noto. Dopo la chiusura delle scuole per le piogge e le raffiche di vento che si sono abbattute sulla costa, con un post su Facebook il sindaco Grando aveva annunciato che il 30 ottobre gli istituti avrebbero riaperto I battenti. Alcuni studenti avevano commentato con una serie sconcertante di insulti, offese e bestemmie. A questo punto, non resta che attendere l’incontro e scoprire cosa dovranno fare i giovani coinvolti per rimediare.