Il Movimento Cinque Stelle di Ladispoli torna ad attaccare l’amministrazione comunale in merito ai ritardi del nuovo bando per la gestione della raccolta differenziata. In virtù della scadenza ormai prossima del vigente contratto di igiene urbana, prevista per il 6 gennaio, si procederà infatti con una “proroga tecnica” all’attuale gestore per garantire l’espletamento del servizio fino a quando subentrerà la nuova ditta. “E’ un fatto gravissimo – fanno presente i rappresentanti grillini – perché i ritardi accumulati si ripercuotono direttamente sulle tasche delle famiglie ladispolane, che nel 2019 non avranno alcun beneficio in termini economici sulla bolletta Tari”. E a proposito dell’imposta sui rifiuti, gli accertamenti avviati dal comune per contrastare l’evasione stanno generando preoccupazione e proteste da parte di molti cittadini, che si sarebbero visti recapitare cartelle “pazze” con importi triplicati rispetto a quanto effettivamente dovuto.