Giro di vite del comune di Ladispoli contro la vendita di alcool nelle ore notturne. Il sindaco, Alessandro Grando, ha firmato un’ordinanza per garantire l’ordine pubblico in queste sere d’estate. “Abbiamo il dovere di porre un freno al dilagante malcostume di consumare alcolici – ha dichiarato il primo cittadino – sono soprattutto le attivita’ commerciali di vicinato a vendere birra e vino ai giovani, infischiandosene del divieto di smercio ai minori o chiudendo un occhio su chi siano i reali destinatari delle bevande comprate dai maggiorenni. Da tempo i cittadini segnalano che l’estate e’ sinonimo di bivacco sui marciapiedi, dove poi vengono abbandonate le bottiglie, spesso infrante”. L’ordinanza entrera’ in vigore il 28 giugno e durera’ fino al 29 settembre. Impone a tutti gli esercizi di vicinato del settore alimentare l’orario di apertura 7 del mattino-20 di sera. Dopodiche’, il negozio deve cessare ogni attivita’, sia all’interno che all’esterno. Le multe possono arrivare a 500 euro e, in caso di recidiva, la licenza sara’ sospesa dai due ai cinque giorni. Se dovessero persistere delle violazioni, i locali potrebbero chiudere i battenti anche per tre mesi.