Torna a far discutere il sabbiodotto che il comune di Ladispoli intende realizzare per il ripascimento delle spagge. Sono critici, infatti, i consiglieri di “Movimento Civico” che puntano il dito sulla mancata autorizzazione della regione in merito ai campionamenti effettuati. Immediata la risposta del vicesindaco Pierpaolo Perretta che ha dichiarato: “Si farnetica di una presunta bocciatura che la pisana avrebbe dato su fantomatici ripascimenti e dragaggi. Niente di più falso. La Regione risponde ad una richiesta della Capitaneria di Porto dando una lettura precisa di quale sia la propria competenza in materia di movimentazione dei sedimenti. In particolare – prosegue Perretta – viene spiegato che per I prelievi non esiste la necessità di autorizzazione regionale. Altra cosa è appunto la movimentazione che può essere effettuata soltanto dopo il via libera della Pisana. Confondere dunque due attività è circostanza che desta molta preoccupazione”, conclude il vicesindaco di Ladispoli.