“Controlli più mirati e regole ferree dal prossimo anno per il servizio di mensa scolastica” – lo ha annunciato l’assessore alla pubblica istruzione del comune di Ladispoli Lucia Cordeschi. Nel mirino degli amministratori di palazzo falcone sono finiti gli evasori. Dai controlli, infatti, è risultato che sarebbero oltre 1800 gli utenti che non hanno effettuato I pagamenti tra il 2011 e il 2015, mentre sono già un migliaio coloro che si sono messi in regola, versando nelle casse comunali circa 400mila euro. Ci sono poi 800 utenti che continuano a non voler pagare. A loro, a breve, arriveranno le comunicazioni dell’agenzia delle entrate. Dal 2016 al 2018, invece, sono stati 950 i pagamenti omessi per un totale di 652mila euro. “Con l’introduzione del pasto da casa – ha aggiunto l’assessore cordeschi – ora il rischio è che si crei ancora più confusione nel database. Dal prossimo anno I controlli saranno effettuati classe per classe così da riuscire ad avere un quadro più articolato e preciso della situazione” – ha concluso.