Il Comitato Genitori dell’Istituto Corrado Melone di Ladispoli è nuovamente sul piede di guerra: “Con ogni probabilità da quest’anno – annuncia – sarà compromessa la libertà di scegliere la scuola per I nostri figli. Infatti il preside sarà obbligato a limitare il numero di iscrizioni accettate. La novità arriva da una circolare del ministro dell’istruzione che indica il tetto massimo del numero degli studenti in base proprio alla capienza delle aule disponibili. Nel frattempo, il comune ha disatteso l’invito del Miur a collaborare per individuare in anticipo le condizioni per l’accoglimento delle domande, ha assecondato il diniego delle aule richieste dalla melone da parte dell’Istituto Comprensivo Ladispoli 1 e ha scelto di ridurre gli spazi per destinare il polifunzionale ad altre finalità’, nonostante lo stesso sia nato come sala mensa del plesso. Infine, l’amministrazione ha imposto alla scuola i lavori per la realizzazione di una nuova sala mensa. Questa decisione in particolare – conclude il comitato – appare costosa per la collettività ed evidenzia un comportamento in contrasto con lo spirito della circolare”.