Il Comune di Ladispoli classificherà il territorio in base alle zone acustiche. Si tratta di un atto tecnico-politico con il quale un ente pianifica gli obiettivi ambientali di un’area in relazione alle sorgenti sonore esistenti e per le quali vengono fissati dei limiti. La città, quindi, verrà suddivisa in spazi acusticamente omogenei in seguito allo studio della relazione del piano regolatore generale e delle relative norme di attuazione. Il fine è prevenire il deterioramento delle aree non inquinate e di fornire uno strumento di pianificazione dello sviluppo commerciale, artigianale e industriale. L’atto sara’ redatto dai tecnici specializzati della Regione. Trattandosi di un importo di spesa inferiore ai 40mila euro, il Comune sta procedendo attraverso un affidamento diretto. Le classi acustiche da individuare saranno sei e andranno da “Particolarmente protette”, a “Esclusivamente industriali”.