Ennesimo duro colpo al commercio abusivo di Telline tra Fiumicino, Pomezia ed Ardea. La vendita illegale e’ stata scoperta dalla Capitaneria di Porto su alcune pagine Facebook dove venivano pubblicizzati i prodotti, garantendone la pulizia e la depurazione ai circa 3000 utenti iscritti. La Guardia Costiera ha sequestrato oltre 50 chili di molluschi tenuti in cattivo stato di conservazione, l’attrezzatura per la pesca ed ha elevato multe per un importo complessivo di 10 mila euro. Inoltre, e’ scattata anche una denuncia. Le telline venivano conservate in bottigliette d’acqua e al caldo, senza i requisiti di salubrita’. L’attivita’ investigativa si e’ conclusa dopo un paziente lavoro di controllo e verifica delle piattaforme digitali, che poi ha portato alla scoperta del commercio abusivo. Ovviamente, se messe in vendita, le telline avrebbero potuto costituire un rischio per la salute pubblica.