Il consiglio comunale di Fiumicino ha bocciato la mozione del Movimento 5 Stelle in cui si chiedeva di revocare la concessione del diritto di superficie per l’intervento di edilizia residenziale pubblica di Via Berlinguer nella zona “Isolato Stazione”. A spiegare la vicenda sono gli stessi rappresentanti grillini: “trenta famiglie hanno acquistato queste case pagando anticipi non dovuti, affitti gonfiati e ricevendo abitazioni incomplete. Oggi l’impresa che ha compiuto i lavori e’ fallita ed il curatore ha messo gli inquilini davanti ad un bivio: acquistare le case a prezzo di mercato, di fatto estorcendo – dicono I 5 stelle – altri soldi ai cittadini che hanno gia’ versato piu’ del dovuto oppure l’alternativa e’ lo sfratto. La maggioranza ha scelto di votare contro la mozione, senza peraltro addurre motivazioni se non definire questa richiesta strumentale. Il PD e la Lega hanno deciso di schierarsi dalla parte dei grandi interessi a discapito dei comuni cittadini”. “Con questo voto – ha aggiunto il portavoce del comitato inquilini Emiliano Piccioni – il Comune si e’ reso complice di uno sperpero di denaro e beni pubblici quantificabile in diversi milioni di euro e di conseguenze sociali inimmaginabili per un centinaio di persone: tra questi ragazzi con meno di 14 anni, diversi anziani e alcuni disabili che rischiano di finire in mezzo ad una strada dopo aver subito soprusi e immobilismo istituzionale”, ha concluso il portavoce.