Operazione in trasferta per la Guardia di Finanza del gruppo di Fiumicino, che ha risalito la filiera del falso fino a Napoli: cinque persone sono finite agli arresti domiciliari per associazione a delinquere finalizzata alla produzione e alla commercializzazione di calzature contraffatte. Le scarpe e le confezioni con il marchio “Hogan” venivano realizzate con criteri simili a quelli ufficiali, mediante l’impiego di macchinari costosi e professionali, attrezzature industriali e operai qualificati, al punto da poter ingannare anche i consumatori piu’ esperti. All’interno di quattro laboratori clandestini e tre magazzini di stoccaggio, i finanzieri hanno sequestrato circa 140mila calzature e oltre 120mila parti di scarpe ed etichette. L’attività investigativa ha permesso di fare piena luce sui singoli ruoli dei soggetti coinvolti – dodici in tutto – anche grazie ad intercettazioni e pedinamenti. La merce sequestrata, qualora immessa sul mercato, avrebbe fruttato oltre 2 milioni di euro: le scarpe, infatti, venivano vendute a un prezzo non inferiore ai 25 euro al paio.