“Perseguire fermamente chi lascia per strada l’immondizia, ma anche chi non rispetta il calendario del porta a porta”. Lo si legge in un’ordinanza del sindaco di Ardea che ha deciso di passare alle maniere forti per combattere il fenomeno dell’abbandono di rifiuti. Nel provvedimento, ai cittadini viene ricordato di utilizzare sacchi idonei e trasparenti e di conferire tutto il materiale, che non può essere ritirato dal porta a porta, presso l’isola ecologica mobile allestita dall’amministrazione nel piazzale del complesso Lido delle Salzare: “Non possiamo più tollerare di dover intervenire continuamente a bonificare l’insorgenza ingiustificata di discariche. Per sei volte in otto settimane siamo stati costretti a pulire l’area con evidente spreco di denaro e risorse. Per questo motivo  – avvisa Mario Savarese – saranno intensificati i controlli con l’installazione di fototrappole nascoste e con la vigilanza diretta da parte di operatori autorizzati e polizia locale. Le sanzioni saranno inasprite fino a 500 euro e scatterà la denuncia penale per chi abbandonerà rifiuti pericolosi. Infine, rivolgo I miei complimenti ai vigili urbani– conclude il sindaco – per l’operazione che ha consentito di bloccare un’illecita attività di traffico di scarti nocivi”.