Da 12 anni i residenti del quartiere Giardino di Roma-Malafede sono in attesa di una nuova stazione per il trenino della ferrovia Roma-Lido. In realtà era stata programmata nel piano regolatore, già nel lontano 2003, ma l’opera non venne finanziata. La situazione cambiò tre anni più tardi quando l’Assemblea Capitolina, tra le altre cose, chiese al costruttore la realizzazione della fermata del treno. Nel 2010 iniziarono finalmente le conferenze dei servizi che – tra vari ritardi – si conclusero nel 2014. Solo un anno dopo la soprintendenza per i beni archeologici pose un vincolo a tutela della zona, vanificando il lavoro fatto fino a quel momento. Da allora l’unica opzione possibile è sperare in un intervento pubblico.