Tra i componenti di una banda specializzata in furti di carte di credito ci sono anche due uomini residenti nel Decimo Municipio. A conclusione di una complessa attività d’indagine denominata “el masri” i carabinieri hanno arrestato dieci persone. Altre 18 sono state denunciate a piede libero.
Il sodalizio criminale è responsabile di numerosi furti di carte che poi utilizzava in alcuni negozi compiacenti di Roma, spesso senza acquistare nulla.
Malviventi e titolari, infatti, secondo criteri prestabiliti, dividevano il guadagno ricavato dalla transazione fraudolenta. Le intercettazioni telefoniche, le localizzazioni gps e i tradizionali servizi di appostamento hanno consentito di individuare i responsabili e i rispettivi compiti: dal semplice “borseggiatore” al “ricettatore” fino al “commerciante corrotto”. In totale, i militari hanno sequestrato 85 carte di credito: 5 clonate, le altre provento di furto. Spese e transazioni effettuate ammontano ad oltre 130mila euro.