A pochi mesi dall’apertura della stagione balneare, torna in primo piano il tema dell’erosione sulle coste del litorale laziale. Il sindaco di Fiumicino ha effettuato un sopralluogo a Fregene per verificare I danni causati dalle mareggiate. “La situazione e’ diventata insostenibile – ha dichiarato Montino – l’arenile e’ scomparso e alcune strutture sono completamente danneggiate. Ho già la disponibilità dell’Assessorato e della Direzione dei Lavori Pubblici della Regione per effettuare un’altra verifica la settimana prossima e cercare una soluzione condivisa che affronti il problema in modo strutturale. – ha continuato il primo cittadino – sono a rischio il tessuto economico del territorio e il destino di numerose famiglie, oltre che il patrimonio demaniale”. Dure le critiche dall’opposizione. Il capogruppo del Movimento 5 Stelle, Ezio Pietrosanti, ha definito “inaccettabili le affermazioni del sindaco che per 6 anni non ha mosso un dito per arginare la situazione. Tutto cio’ che il Comune e’ riuscito a fare e’ stato posizionare un inutile geotubo in campagna elettorale, che alla prima occasione si e’ rivelato inefficace. Montino e’ il primo responsabile di questa catastrofe e dovrà risponderne in aula. – ha concluso Pietrosanti – faremo richiesta di un consiglio comunale straordinario”.