Sono state individuate le cause dell’incidente aereo avvenuto lo scorso 10 agosto sui cieli di Fiumicino, quando una pioggia di detriti cadde da un Boeing della compagnia Norwegian decollato dall’aeroporto Leonardo da Vinci. Secondo l’Agenzia Nazionale per la sicurezza dei voli, che ha concluso il suo rapporto, all’origine del guasto l’affaticamento da corrosione delle pale delle turbine che si ruppero dopo 36 secondi dal decollo. Sulla questione è intervenuto il Codacons che, alla luce di questi rilievi, ha invitato tutti i residenti coinvolti a procedere alla richiesta di risarcimento dei danni subiti. “Il guasto ha fatto cadere a terra ben 4 chili di detriti mettendo a serio rischio l’incolumità degli abitanti”, si legge in una nota dell’Associazione che in merito ha messo a disposizione dei cittadini un canale dedicato per fornire assistenza nella gestione delle pratiche. Tutti gli interessati possono visitare il sito internet all’indirizzo Codacons.it