Ci sono volute circa 24 ore di lavoro per ripristinare le condizioni nella Fossa Traianea di Fiumicino, dopo il semi-affondamento di dieci giorni fa del barcone-ristorante “Azzurra”, poco distante dal Ponte 2 Giugno. Le operazioni sono state coordinate dal comandante della Capitaneria di Porto Filippo Marini e si sono concluse ieri intorno alle 17.15. Il recupero dell’imbarcazione è stato effettuato dall’armatore Giovanni Ranucci che l’ha sollevata e rimossa con una grande gru. Il natante è stato successivamente alloggiato in un cantiere nautico nelle vicinanze. L’intervento ha nuovamente dimostrato l’attenzione ambientale da parte della guardia costiera che ha risolto una situazione che rischiava di incancrenirsi.