Resta alta l’attenzione della capitaneria di porto di Fiumicino nell’ambito del contrasto alla pesca illegale lungo il Tevere, nel tratto di Fiumara Grande. La scorsa notte, due persone sono state sorprese mentre calavano in acqua circa 200 metri di rete senza alcuna autorizzazione. L’operazione è scattata sia da terra che lungo il fiume, per evitare che i pescatori di frodo potessero fuggire. Oltre al sequestro dell’attrezzatura, nei loro confronti sono state elevate sanzioni per ottomila euro. Si fa sempre più efficace e imprevedibile, dunque, l’attività di vigilanza che la capitaneria sta mettendo in campo insieme alla squadra nautica della Polizia.