E’ di questi giorni la notizia dei 62 lavoratori del centro smistamento ricambi della sede di Opel Italia di Fiumicino, a cui l’azienda ha comunicato il licenziamento da un giorno all’altro, senza offrire un’alternativa o garantire una ricollocazione. Il sindaco Montino si e’ recato presso lo stabilimento insieme all’assessore al lavoro Anna Maria Anselmi per incontrarli. “Si tratta di un centro sano e produttivo, che si trova li’ dal 1969 e che tuttora fattura piu’ di un milione di euro al giorno – ha dichiarato il primo cittadino – daremo ai lavoratori e alle loro famiglie tutto il supporto possibile e organizzeremo un consiglio comunale straordinario, che possa fare da cassa di risonanza alle istanze presentate dagli operai. Abbiamo gia’ avviato un’interlocuzione con la commissione lavoro della Regione e la presidente, Eleonora Mattia, si e’ gia’ resa disponibile per un confronto durante la prossima settimana”. – ha concluso Montino.