Montino tutela i clandestini ma abbandona i cittadini”. Questo lo slogan leggibile sullo striscione affisso la scorsa notte sul ponte 2 giugno a Fiumicino. Il manifesto firmato da Casapound è stato successivamente rimosso dalla balaustra dove era appeso. “Nei giorni scorsi il sindaco si è accodato ai dissidenti sul decreto sicurezza – spiegano i rappresentanti locali del movimento di estrema destra – da tempo ci battiamo per la chiusura del centro di accoglienza di via Bombonati. Invitiamo il primo cittadino – concludono – a pensare ai problemi degli italiani o in alternativa a dimettersi”. Duro il commento del segretario Pd di Fiumicino Luigi Giordano che ha dichiarato: “Casapound andrebbe sciolta così come Forza Nuova e tutte le altre organizzazioni simili. E’ stato un errore non approvare la legge Fiano. Suggeriamo ai militanti di dedicare le ore notturne al sonno. Magari dopo un adeguato riposo – termina Giordano – avranno la mente più lucida”. Dello stesso tenore le parole della consigliera regionale Michela Califano: “Insultare il Sindaco Montino con stupidaggini per ritagliarsi dieci secondi di notorietà ormai è una moda. Queste pochezze risaltano ancora di più, semmai ce ne fosse bisogno, la sua grande statura amministrativa”, ha concluso Califano.