25 auto e 12 abitazioni danneggiate: e’ il bilancio dell’incidente avvenuto nel cielo di Fiumicino sabato pomeriggio, quando un boeing della compagnia “Norwegian” diretto a Los Angeles ha dovuto fare rientro per un’avaria, perdendo dei frammenti metallici che sono caduti a gran velocita’ al suolo, all’altezza di Via Mariotti, a Isola Sacra. Solo per una fortunata coincidenza, non ci sono stati feriti. “Come amministrazione, abbiamo piu’ volte sollevato il problema dell’incompatibilita’ della prima pista con la citta’ – ha dichiarato il sindaco Esterino Montino – perdipiu’ ora Isola Sacra e Fregene risultano nella traiettoria di decollo degli aerei, cosi’ vicinissimi alle case, con i rischi che i fatti di oggi dimostrano. Urge un tavolo tecnico con tutti gli enti coinvolti per affrontare il tema e mettere in sicurezza le persone” – ha concluso Montino. “Parliamo di veri e propri palazzi volanti – aggiunge Cristian Terrevoli, del movimento ‘progetto tricolore’ – che staccano sopra i nostri tetti, facendo tremare i muri delle abitazioni. Gli anni passano e tutto resta com’e’, con la variante che il traffico aereo cresce sempre piu’”. Intanto, il Codacons ha annunciato un’azione risarcitoria per i cittadini di Fiumicino, anche in assenza di danni: “per chi ha corso un potenziale rischio si configura il diritto di ottenere un giusto indennizzo” – spiega l’associazione dei consumatori.