A settembre centinaia di studenti potrebbero fare lezione seduti a terra” – e’ la denuncia lanciata dal presidente dell’associazione presidi del Lazio, Mario Rusconi. La Citta’ Metropolitana ha infatti inviato una lettera ai dirigenti scolastici di Roma e Provincia per comunicare la mancanza di fondi in bilancio per l’acquisto di arredi e strumenti didattici. Secondo il report dell’associazione sarebbero 1276 gli istituti che hanno effettuato richieste per 25mila banchi, 51mila sedie e oltre 6mila armadi e altrettante lavagne. “Come si puo’ insegnare senza arredi a sufficienza o senza possibilita’ di sostituire le forniture usurate?. – prosegue Rusconi – tutto cio’ lede i diritti in primis degli studenti e in secondo luogo dei presidi che sono costretti a un inutile lavoro aggiuntivo per sopperire alle esigenze. Chiediamo chiarimenti”. – conclude Rusconi. “Il budget stanziato di 700 mila euro e’ lo stesso dello scorso anno – dichiara la vicesindaca della Citta’ Metropolitana Maria Teresa Zotta – effettivamente i fondi non ci sono. Sto cercando di lavorare con il ragionere generale per introdurre finanziamenti tramite una variazione. Intanto confido nella capacita’ delle scuole di organizzarsi”. – conclude Zotta.