L’aeroporto Leonardo Da Vinci prosegue la sua opera di innovazione tecnologica. Grazie ad un accordo tra “ADR” e l’ambasciata d’Israele, ora i viaggiatori israeliani in partenza da Fiumicino potranno verificare il proprio documento di viaggio in modo totalmente automatizzato. Attraverso gli “E-gates” infatti, in soli 20 secondi, avranno la possibilità di controllare il proprio passaporto elettronico, aumentando I livelli di sicurezza, con un vantaggio sulla qualità complessiva dell’esperienza di viaggio. I passeggeri israeliani si vanno in questo modo ad aggiungere a quelli di nazionalità europea, statunitense, canadese, sud-coreana ed ancora australiana, giapponese e neozelandese, che gia’ utilizzano il servizio. “Nel 2018 ben 813 mila persone hanno viaggiato tra Fiumicino e Tel Aviv, circa il 27% in piu’ rispetto all’anno precedente. – ha fatto sapere il direttore Airport Management di ADR, Ivan Bassato – questo traffico ci pone davanti grandi sfide operative dal punto di vista della sicurezza e della soddisfazione del cliente. Credo che grazie alla collaborazione con la polizia, che ogni giorno e’ in prima fila con noi, queste battaglie le stiamo vincendo”. “La scelta di inaugurare ora gli “E-gates” e’ significativa – ha sottolineato l’incaricato d’affari dell’ambasciata israeliana, Ofra Farhi – esattamente settant’anni fa sono cominciate le relazioni tra lo stato d’Israele e l’Italia. E’ una novità importante per noi e ci lancia verso l’obiettivo di arrivare a un milione di viaggiatori tra i due scali”.