Diffida e messa in mora

Dopo la decisione del campidoglio di “spacchettare” il parco della Madonnetta,  l’associazione che si occupa della sua salvaguardia ha deciso di “Diffidare il comune di roma ad intervenire con azioni mirate per la messa in sicurezza della zona”.  “Per oltre dieci anni – si legge nel documento inviato alla sindaca Virginia Raggi – la zona e’ stata un motivo di orgoglio per tutto il municipio e l’intera citta’. A seguito della revoca della concessione,  ha subito un inarrestabile declino fino alla situazione attuale di totale devastazione. Nonostante la mobilitazione generale da parte della comunita’, nulla e’ stato fatto per porre rimedio. Ad oggi le condizioni in cui e’ tenuto il parco rappresentano un pericolo per la cittadinanza: i tombini per l’assorbimento delle acque piovane sono scoperti,  le centraline elettriche sono state private del rame, la casetta che ospitava le carrozzine per disabili e’ diventata l’abitazione dei senza fissa dimora, l’ascensore e’ rimasto sospeso tra un piano e l’altro.  Alla luce di tutto questo l’amministrazione deve intervenire per ripristinare la fruibilita’ dei luoghi”.

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *