Il Comune di Cerveteri corre ai ripari. L’amministrazione ha dato mandato a una ditta locale di realizzare nella frazione di Ceri un depuratore provvisorio. La decisione si è resa necessaria dopo che gli uomini della guardia costiera di Ladispoli avevano individuato alcuni scarichi abusivi che finivano direttamente nel fosso della Mola. Della costruzione dell’impianto definitivo se ne sarebbe dovuta occupare Acea Ato Due, che ha in gestione sia il servizio idrico, che quello di depurazione. L’opera, tuttavia, non è mai stata realizzata e il Comune ha deciso di provvedere in proprio per tamponare un’emergenza che va avanti da tempo.