Il Decimo Municipio fa un passo indietro sul tema del decentramento e pensa di restituire la delega delle spiagge a Roma Capitale per rendere l’arenile del litorale romano meno permeabile alla criminalità. Una decisione che è la stessa presidente del Decimo, Giuliana Di Pillo, a spiegare. Sulla restituzione delle competenze a Roma Capitale nei giorni scorsi si è scatenata l’opposizione che accusa l’amministrazione grillina di Piazza della Stazione Vecchia di rinunciare così al proprio ruolo di controllo e garanzia anche sulla legalità in tema di gestione di spiagge. Un argomento che, all’indomani anche dell’arresto del Presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito, non regge più. La politica è infatti notoriamente fatta di persone e non è evidentemente il Campidoglio a poter garantire da solo la correttezza di ogni atto amministrativo o decisione politica. Una decisione rispetto alla quale l’opposizione promette battaglia.