Il Decimo è il migliore municipio della capitale per qualità della vita.
A decretarlo è un’indagine presentata dall’”Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi locali di Roma Capitale”. La prima verità che emerge dal sondaggio è che in realtà tutti i municipi non hanno avuto la sufficienza. All’interno di questa sfilza di bocciature una magra consolazione: Ostia e il suo entroterra sono i migliori… o meglio: sono i meno peggio.
Il range di voti va da un massimo di 5,5 ottenuto appunto del decimo e che corrisponde al 57 percento di soddisfazione… e arriva al minimo di 5,03 del sesto. La media cittadina è di 5,3: un dato in lieve crescita dopo il minimo di 5,1 toccato nella primavera del 2016, ma sempre e comunque una pesante bocciatura.
Tra i diciotto servizi pubblici locali presi in esame e utilizzati come criteri di valutazione ci sono anche: pulizia urbana, rifiuti, trasporti, mobilità. illuminazione, verde pubblico, gestione dei cimiteri e biblioteche comunali.
I peggiori, neanche a dirlo, sono quelli legati ai rifiuti e ai trasporti. sul fronte dell’igiene urbana e raccolta dell’immondizia le aree più problematiche si trovano ad est e a nord della città.
Su questo tema il decimo municipio è il meno critico. in questo territorio, infatti, gli utenti che non rilevano alcun problema sono il 18 percento, contro una media cittadina del dieci. Per quanto riguarda il trasporto pubblico, vera nota dolente di questa ricerca, i più scontenti sono i residenti serviti dalla “Roma – Lido” e dalla metro B con percentuali di criticità nettamente superiori al resto degli intervistati. Intanto arrivano i primi commenti politici sulla ricerca. Davide Bordoni, capogruppo di forza italia in campidoglio ha dichiarato: “E’ una città malata che sta soffrendo. anche quest’anno i cittadini hanno bocciato l’amministrazione a cinque stelle. I dati pubblicati dall’agenzia per il controllo della qualità non lasciano spazio a nessuna interpretazione positiva”.