I centri anziani del Decimo Municipio navigano in un mare di incertezza. Per questo motivo, hanno scritto alla Sindaca Raggi e alla Presidente Di Pillo chiedendo delucidazioni: prima di tutto, sull’impiego dei fondi municipali e regionali dell’anno in corso, per i quali il tempo si sta restringendo senza che dai servizi sociali siano giunte indicazioni precise. “Rimane scandalosamente insoluto il rimborso delle spese al Centro di Dragona – si legge tra l’altro nella lettera – che ha presentato la rendicontazione ed è ancora in attesa del relativo accreditamento”. C’è poi estrema preoccupazione per l’obbligo di Partita Iva – quando prima era sufficiente il codice fiscale – e per la “fatturazione elettronica”, che costringerà i gestori a rivolgersi alla grande distribuzione per le spese alimentari e di cancelleria.