“Sono buoni a nulla, ma capaci di tutto”: i consiglieri d’opposizione del Decimo Municipio prendono in prestito un famoso aforisma di Longanesi per apostrofare i colleghi della maggioranza, accusati di non aver convocato il consiglio dopo il lungo ponte tra il 25 aprile e il 1 maggio. E’ scattata, dunque, la conferenza stampa di protesta: “A fronte dei gravi problemi del territorio e dei numerosi provvedimenti fermi da mesi – ha dichiarato Athos de Luca del Pd – il Movimento 5 Stelle si prende il lusso di non convocare l’Assise”. “In più – ha aggiunto Mariacristina Masi di Forza Italia – ci è stato impedito di utilizzare l’aula consiliare, a dimostrazione che la casa di vetro promessa si è presto trasformata in un bunker”. Critico anche il consigliere delle liste civiche “Ora” e un “Sogno Comune” Andrea Bozzi, che ha affermato: “Mentre la città sta franando tra strade dissestate, spiagge libere sporche e bandi in ritardo, la maggioranza pensa bene di arroccarsi e di nascondersi”, la risposta del capogruppo del movimento 5 stelle Antonio Di Giovanni non si è fatta attendere: “Per tradizione si sono sempre fatti quattro consigli al mese – ha spiegato – e siccome maggio porta cinque giovedì, abbiamo pensato di non convocarne uno per far risparmiare soldi ai cittadini. Se poi l’opposizione è alla ricerca del mero gettone di presenza, ci dispiace molto, ma questa politica non fa parte dei nostri valori”.