“Ostia un anno dopo. Prospettive del patto fra cultura e legalità” è il titolo dell’evento che si è svolto presso l’antiquarium di ostia antica, nell’ambito del ciclo di incontri “Conversazioni di archeologia pubblica e legalità”. Dopo la sentenza d’appello che ha confermato I metodi di una nuova mafia, i residenti hanno potuto incontrare Tiziana Coccoluto e Alessandrina Attudino, due giudici che hanno lavorato duramente per individuare i punti deboli delle organizzazioni criminali. Il prossimo incontro “Archeologia Subacquea: la storia di Roma riemerge dal Mediterraneo” si terrà mercoledi 20 febbraio alle 16.30 sempre presso l’Antiquarium di Ostia Antica.