Si torna a parlare di Alitalia. Il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, ha espresso il suo apprezzamento ai ministri Patuanelli e De Micheli, per l’intenzione manifestata dal Governo di dare un futuro alla compagnia di bandiera. “Ogni volta che si parla di un nuovo piano industriale che non punti solo alla salvezza, ma ad un rilancio strategico dell’azienda, non si può che esserne lieti – ha dichiarato Montino – tuttavia, rimaniamo fortemente preoccupati. A differenza di quanto riferito dai commissari, I dati in nostro possesso fotografano una situazione ben più drammatica, sia sotto l’aspetto della liquidità finanziaria, che dell’indebitamento e del rapporto con i fornitori. I nostri numeri – prosegue – ci dicono che Alitalia è in negativo di oltre 200 milioni di euro, considerando anche gli 80 milioni in cassa al momento della dichiarazione di insolvenza, I 50 di sopravvenienze incassati da Etihad e I 900 milioni di prestito dallo stato. Mi permetto di suggerire – aggiunge Montino – che alla scadenza della proroga, il 15 ottobre, I commissari formalizzino un rendiconto preciso e circostanziato per evitare sorprese nella seconda fase del piano. E’ necessario ufficializzare i dati a tutti I livelli istituzionali, compresi gli enti locali su cui ricadrebbero le conseguenze di un’eventuale fallimento dell’operazione”. – ha concluso Montino.