La rivoluzione Cotral è finalmente cominciata. Sui bus è arrivato l’autista controllore per cercare di contrastare la piaga dell’evasione. I pendolari dovranno salire dalla porta anteriore per convalidare biglietto e abbonamento che saranno immediatamente verificati. Al momento, la novità è entrata in vigore sulle corse meno utilizzate, ma dal prossimo mese sarà estesa su tutte le linee con gli autisti che faranno i controlli ad ogni fermata. Unica eccezione: le corse “che registrano particolari situazioni di esercizio e di traffico”. Queste saranno esentate come stabilito nell’articolo 36 del contratto collettivo nazionale degli autoferrotranvieri. Già nell’ultimo anno la stretta sugli accertamenti aveva portato a un aumento del 48% di biglietti venduti rispetto ai due anni precedenti. Adesso l’obiettivo dell’azienda dei trasporti regionale è abbattere completamente il numero di passeggeri che viaggiano gratis. In questi giorni partirà anche la campagna pubblicitaria “Convalida e metti ko l’evasione” che spiegherà le novità messe in campo da Cotral in merito all’utilizzo dei ticket di viaggio.