Si e’ tenuta in Piazza Capelvenere, ad Acilia, la festa per i 100 anni dalla nascita di Lido Duranti, storico capo della resistenza dell’odierno Decimo Municipio, che mori’ trucidato nell’eccidio delle fosse ardeatine. L’iniziativa, ideata e promossa dal pronipote Lorenzo Proia, e’ stata organizzata con l’aiuto dei giovani democratici del territorio e ha visto la partecipazione di un centinaio di persone, tra militanti e abitanti del quartiere. Per circa quattro ore si sono alternati balli, performance teatrali, canti e comizi. La consigliera municipale Margherita Welyam ha tenuto un discorso in cui ha illustrato le proprie idee per la riqualificazione dell’area, in un’ottica di valorizzazione della memoria legata al luogo e per andare incontro alle esigenze dei cittadini. L’evento e’ stato interrotto da un momento commemorativo durante il quale sono state poste una corona degli antifascisti dell’Anpi e un bouquet realizzato dalla nipote del partigiano, Rossella Duranti. “Crediamo che le donne e gli uomini caduti per un’ideale continuino a vivere nelle lotte di chi ne raccoglie il fiore – ha dichiarato Proia – Lido e’ vivo e oggi nel giorno del suo compleanno lo abbiamo voluto ricordare cosi’”.