C’è molta rabbia dopo la sentenza di secondo grado per l’omicidio di Marco Vannini. La corte d’Appello ha ridotto la pena ad Antonio Ciontoli da 14 a 5 anni. Sono state confermate le condanne, tre anni ciascuno, agli altri componenti della famiglia.

“Non ho chiuso occhio, non riesco a credere a questa sentenza. Stravolgere la sentenza di primo grado è stato assurdo. Spero che il Procuratore faccia ricorso in Cassazione, io vado avanti per chiedere giustizia per Marco. I Ciontoli? Ho la sensazione che qualcuno li protegge”. (Marina Conte, madre di Marco Vannini)