Il sindaco di Cerveteri ha scritto al Ministro dei Beni Culturali, Alberto Bonisoli, per segnalare la mancanza di servizi turistici all’interno della Necropoli, divenuta nel 2004 patrimonio dell’Unesco. “E’ una testimonianza eccezionale dell’antica civiltà etrusca, l’unica dell’epoca pre-romana in italia – ha affermato Pascucci – il 25 novembre 2018 è scaduta la concessione dei servizi aggiuntivi, causando un irreparabile danno d’immagine. In questi ultimi dieci anni abbiamo investito ingenti somme e finanziamenti pubblici volti alla tutela e alla valorizzazione dell’area archeologica. Questa situazione – prosegue il primo cittadino – si è venuta a creare poichè la “DG Musei” non ha provveduto alla tempestiva pubblicazione della nuova gara ed il ritardo ha prodotto l’interruzione dei servizi turistici. Siamo preoccupati anche per la sorte dei 18 dipendenti impiegati da etruria musei fino al 25 novembre. Le chiedo cortesemente di attivare immediatamente tutte le azioni possibili per porre fine a questa vicenda incresciosa e deleteria per la Necropoli”, ha concluso il sindaco Pascucci.