La bandiera della pace affissa all’esterno della sede degli uffici comunali di Piazza Risorgimento a Cerveteri è al centro di uno scontro che vede il sindaco Pascucci prendersela con la Prefettura di Roma che ha richiamato il primo cittadino ad issare lo stendardo arcobaleno in una posizione diversa da dove sventolano le bandiere istituzionali. La missiva non è stata digerita da Pascucci che ha immediatamente replicato:”La bandiera della pace, ribadisco, non è un simbolo politico ma rappresenta l’adesione della nostra città a quei valori della pace e della fratellanza che sono scritti nella Costituzione Italiana.  – Continua con alcune frecciatine al Ministro Salvini – sono pronto ad accogliere la ruspa del Ministro Salvini per venire a stracciare la pericolosissima bandiera della pace a condizione però che il segretario della Lega si presenti indossando la felpa dei suoi amici di Casapound”. Polemiche si aggiungono dall’opposizione di Palazzo del Granarone: “Con queste azioni Pascucci certifica il suo fallimento da sindaco di Cerveteri e ogni sortita è buona per farsi pubblicità” – la dichiarazione di Luca Piergentili del centrodestra.