Cerveteri si candida a città della cultura nel Lazio per l’anno 2020 e lo fa presentandosi capofila di un progetto condiviso con altri tre Comuni: Tolfa, Allumiere e Santa Marinella. “Godiamo del privilegio di vivere in un posto straordinario, ricco di storia, risorse naturali, tradizioni e arte – ha affermato il sindaco, Alessio Pascucci – partecipiamo al bando con un programma che abbraccia tutta l’Etruria meridionale; territorio che da’ il nome anche alla nostra candidatura. Vogliamo diventare un punto di riferimento per tutta la Regione. Ringrazio i colleghi delle altre città, con cui abbiamo portato avanti questa iniziativa”. “Si tratta di un’unione di forze – ha aggiunto il primo cittadino di Santa Marinella, Pietro Tidei – insieme e’ possibile vincere e portare a casa un risultato grandioso che non e’ soltanto il premio in denaro da destinare alle attività di promozione, ma soprattutto la dimostrazione che questi posti possono costituire una valida alternativa a Roma per i turisti e le migliaia di croceristi che transitano nel porto di Civitavecchia” ha concluso Tidei.